Gargano, foresta umbra

itinerario “alla scoperta della Foresta Umbra”

Indice itinerari provati per voi

Umbra da “ab-imbre” che significa pioggia, allusione al Gran Diluvio…

Il Gargano dovette avere in tempi preistorici una copertura boschiva totalitaria, se le sue selve si prestano ad analogie onomatopeiche fin nei versi di Orazio.

Nell’Epistola I, libro II, per dare un’idea dei rumori del circo, il poeta di Venosa trova agevole paragonarli ai muggiti silvestri garganici: <<Garganum mugire putes nemus>>.

Ma perchè “umbra”? Gli etimologi si sono divisi il campo: chi la fa derivare da “ab-umbra”, enfatizzando le molteplici speloniche in cui si sarebbero rifugiati gli aborigeni o i Silvini di cui parla Plinio; chi da “umbra” nel senso latino di paura, circospezione, sospetto: chi da “ab-imbre” che significa pioggia, allusione del Gran Diluvio. Questa ipotesi del Gran Diluvio si arricchisce di un’ulteriore supposizione: sarebbe stato il Gargano la sede vera dell’arca di Noé, giungendo a coniare, gli intermerati eruditi settecenteschi, l’attributo “noetica” di esclusiva pertinenza.

Oggi, simili rivendicazioni, anche a voler ignorare gli agguerriti concorrenti in altre regioni del mondo, vengono debitamente avvolte nel silenzio. Perfino gli etimologi hanno qualcosa d’altro su cui polemizzare e alle dispute dottrinarie si preferisce la semplice locuzione dialettale di “umbra” che sta per “ombra” e ciò basta, si spera, a legittimare il toponimismo……. tratto da Ori di Puglia di Giuseppe Cassieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *