Vieste da sud

visitiamo il centro storico di Vieste

Indice Itinerari provati per voi

Pizzomunno, versione dialettale di estremo “pizzo” del mondo o ancor meglio la leggenda della fanciulla Cristalda, figlia di una divinità marina, che vede trasformato in uno scoglio l’amato Pizzomunno “perchè oggetto di passione impossibile”. Che dire? Un epilogo triste. Pizzomunno sta lì immacolato da millenni ed è pazientissimo con chi avanza un diverso proscioglimento delle sue pene.

Vieste, è presente nel Commento del Boccaccio al XVI canto dell’Inferno; che il papa Alessandro III salpa da questo porto il 9 marzo 1177 alla volta di Venezia. E qui soggiornarono Federico II, Corrado IV, Manfredi. E Celestino V – si, il papa del gran rifiuto – qui lo avrebbero arrestato  per ordine di Bonifacio VIII e Carlo d’Angiò, il 12 aprile del 1295. E Celestino V – sì, il papa del gran rifiuto – qui lo avrebbero arrestato per ordine di Bonifacio VIII e Carlo d’Angiò, il 12 aprile del 1295. Infine, la pagina luttuosissima del luglio 1554, allorchè Dragut, la “spada snudata dell’Islam”, irruppe con  i suoi pirati provocando lo sterminio di giovani e vecchi, donne e bambini. Un’orgia di sangue….qualcuno forse vi indicherà la “chianga amara”, la pietra amara, a ricordo del sacco turchesco……tratto da Ori di Puglia di Giuseppe Cassieri

chianga amara Vieste
Vieste “chianga amara”